Osservatorio Ricatti Sessuali in Italia – gennaio 2024 – ultime notizie

Osservatorio sui Ricatti Sessuali in Italia - Ultime notizie

Osservatorio Ricatti Sessuali in Italia – gennaio 2024 – ultime notizie


Dati statistici offerti dall’Osservatorio Ricatti Sessuali in Italia a Gennaio 2024:

  • Si allarga il numero di minori vittima di ricatti sessuali | il bilancio è disastroso
    Un genere di reato che, con la diffusione di massa di internet, sta assumendo contorni inquietanti. Autentiche trappole, tese soprattutto ai più deboli ed agli adolescenti. Nel 2023 sono aumentati i casi di sextortion soprattutto nei confronti dei minorenni, passando dai 130 casi del 2022 ai 136 registrati nel 2023. Lo rileva il bilancio annuale dalla polizia postale, nel quale si sottolinea che in passato questo tipo di reato era “appannaggio del mondo degli adulti”, mentre attualmente “coinvolge frequentemente gli adolescenti, in particolare, in modo preoccupante, ragazzi tra i 15 e i 17 anni”. 
  • “Minori sempre più a rischio in rete. Anche i bambini oggetto di attenzioni sessuali” Sextortion, truffe, cyberbullismo, terrorismo, adescamenti e hacker tra i settori oggetto di monitoraggio da parte della Polizia Postale bolognese: “Significativi i reati a stalking e diffusione di immagini che attengono alla vita privata”. Nel 2023 sono aumentati i casi di sextortion (forme di ricatto online, ndr) considerato negli ultimi anni un evidente fronte di rischio per i minori. In passato era appannaggio del mondo degli adulti, mentre attualmente coinvolge gli adolescenti, in particolare, ragazzi tra i 15 e i 17 anni…
  • “Se non torni con me ti metto nuda sul web”. Tra le minorenni è allarme sextortion
  • Lucca, video ricatto sessuale: otto casi in un mese. Otto casi nel giro di un mese sotto la lente d’ingrandimento della Procura. Tutte vittime di episodi di sextortion, l’estorsione o la tentata estorsione che si manifesta attraverso i social.
  • Ricatto sessuale a una studentessa: arrestato l’uomo conosciuto sui social
    Scarcerato, non potrà avvicinarla e sarà monitorato da braccialetto. In 3 mesi le ha versato 12 mila euro
  • ESTORSIONE A BARI – POLIZIA DI STATO EFFETTUA DUE ARRESTI. La Polizia di Stato di Bari ha tratto in arresto nelle ultime ore un ventiquattrenne di nazionalità georgiana e un diciottenne residente in provincia per avere in concorso posto in essere una serie di condotte finalizzate ad una estorsione con una minaccia di pubblicazione di foto intime qualora non avesse adempiuto alle numerose richieste di denaro o altre utilità. Per il medesimo reato è stato anche denunciato un minorenne. L’attività di indagine svolta dagli Agenti del Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica – Polizia Postale e delle Comunicazioni “Puglia”, è nata a seguito della denuncia di un trentenne della provincia il quale, dopo aver scambiato foto intime con una presunta interlocutrice su una nota piattaforma di messaggistica, è stato costretto negli ultimi mesi ad effettuare più ricariche su carte di credito e a cedere buoni acquisto su di una piattaforma di e-commerce, al fine di non veder pubblicati i propri video e le proprie foto. Dopo un iniziale illecito pagamento di 2000 euro, la giovane vittima, di seguito all’ennesima richiesta di altri 800 euro, decideva di chiedere l’aiuto del personale specializzato.
  • Viareggio, lei lo lascia e lui si vendica: mostra al marito i video hard. Un professionista di 59 anni a processo per stalking dopo la denuncia della donna. Tra le minacce anche quella di tappezzare i muri con le foto hot della ex

Notizie sui ricatti sessuali provenienti dall’estero :

  • 3.500 arresti, 300 milioni di dollari sequestrati in un’importante retata per truffe romantiche, estorsioni sessuali e frodi sugli investimenti L’INTERPOL, l’organizzazione internazionale di polizia, ha annunciato il sequestro di beni per 300 milioni di dollari e l’arresto di circa 3.500 sospetti a seguito di un’indagine durata mesi su phishing vocale, truffe romantiche, sextortion online, frode sugli investimenti, riciclaggio di denaro e posta elettronica aziendale. e frode nel commercio elettronico. L’organizzazione, con sede in Francia, ha spiegato che i suoi investigatori hanno trovato tracce di attività criminale in 34 nazioni. L’indagine, denominata HAECHI IV, si è svolta da luglio 2023 a dicembre e si è concentrata sulle frodi online. Le autorità hanno poi congelato vari conti bancari e di asset virtuali associati attraverso il suo schema di “Intervento rapido globale sui pagamenti”, un “meccanismo di blocco dei pagamenti che aiuta i paesi a lavorare insieme per bloccare i proventi criminali”.
  • Un medico di 71 anni perde Rs 8,59 lakh a causa di una banda di estorsori sessuali
  • Secondo i dati, oltre il 90% delle immagini di abusi sessuali su minori sono autogenerate. Il volume di materiale che i bambini vengono costretti o indotti a creare richiede nuovi attacchi alla crittografia end-to-end. Secondo l’organizzazione benefica responsabile del ritrovamento e della rimozione di tale materiale, oltre il 90% delle immagini di abusi sessuali su minori trovate su Internet sono ora autogenerate. La Internet Watch Foundation ha affermato di aver scoperto materiale autogenerato sugli abusi sessuali su minori (CSAM) che presentava bambini sotto i 10 anni su più di 100.000 pagine web nell’ultimo anno. Questa cifra rappresenta un aumento del 66% rispetto all’anno precedente. In totale, è stato confermato che 275.655 pagine web contengono materiale pedopornografico, ha affermato l’IWF, con un aumento dell’8%. I nuovi dati hanno provocato un nuovo attacco alla crittografia end-to-end da parte del governo britannico, sostenuto dall’IWF.
  • Estorsione Sessuale a molti studenti del liceo di AURORA in Colorado. Giornalisti studenti della Rangeview High School hanno rivelato un sorprendente presunto incubo sui social media che ha scatenato un’indagine del dipartimento di polizia di Aurora. Il 17 gennaio, il quotidiano studentesco The Rangeview Raider Review ha pubblicato un articolo che descriveva in dettaglio un account Instagram che, secondo quanto riferito, avrebbe ottenuto fotografie illecite di tantissimi studenti e venduto le versioni non censurate. I giornalisti studenti hanno affermato che le vittime hanno dovuto pagare il conto per far rimuovere la loro fotografia. “È diventata una cosa importante che si stava diffondendo in tutta la nostra scuola”, ha detto Ione Narajka, una studentessa dell’ultimo anno che ha lavorato al pezzo. “Meno di una settimana fa, alcuni account Instagram hanno iniziato ad apparire e a condividere foto illecite censurate di liceali. circa 100 in totale, almeno, e una dozzina di loro provenivano da Rangeview… Abbiamo deciso, scriviamo una storia a riguardo. E tipo, inserisci informazioni chiarificatrici, prova a capire quante vittime ci sono e potenzialmente chi è facendo questo.”
  • L’FBI mette in guardia il pubblico da un aumento del crimine di “sextortion“: quando i sospettati prendono di mira i minori e li minacciano o li costringono a inviare online video e immagini sessualmente espliciti. I trasgressori minacciano quindi di rilasciare il contenuto a meno che la vittima non ne produca di più. La sextortion motivata finanziariamente segue un modello simile, ma alla fine i delinquenti cercano un guadagno finanziario. L’agente speciale Curtis Cox dell’ufficio dell’FBI di Salt Lake City ha detto che ricevono dozzine di chiamate al mese . “Questi casi coinvolgono in genere giovani vittime di sesso maschile di età compresa tra 13 e 17 anni – e ne vediamo alcuni più giovani, in realtà – e quindi, stiamo solo cercando di spargere la voce”, ha detto Cox. “Ovviamente, la consapevolezza è fondamentale qui. Vogliamo che i ragazzi sappiano che tipo di pericoli affrontano online. Vogliamo che sappiano quali risorse sono a loro disposizione.” Nel periodo di sei mesi dall’ottobre 2022 al marzo 2023, l’FBI ha osservato un aumento di almeno il 20% nelle segnalazioni di episodi di sextortion a sfondo finanziario che coinvolgono vittime minorenni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. “Le conseguenze della sextortion si fanno sentire in tutto il paese”, ha affermato il direttore dell’FBI Christopher Wray. “Nel tentativo di proteggere il pubblico americano, l’FBI incoraggia genitori, educatori, operatori sanitari e bambini a saperne di più sui passi che possono intraprendere per proteggere se stessi e i loro cari da questo crimine. Noi e i nostri partner perseguiremo incessantemente i criminali che perpetuano questa deplorevole attività”.
  • Secondo il nuovo rapporto, materiali di formazione sulla sextortion trovati su TikTok, Instagram, Snapchat e YouTube. Secondo un nuovo studio di Network Contagion, una forma di criminalità informatica chiamata “sextortion finanziaria” è in rapida crescita in Nord America e Australia, e la maggior parte di essi è guidata da un gruppo di criminali informatici non organizzato dell’Africa occidentale.
  • L’FBI avverte della crescente minaccia di sextortion. L’FBI ha emesso un nuovo avvertimento su una minaccia online in evoluzione che prende di mira minori e giovani adulti: la sextortion a scopo finanziario. In questi schemi, i predatori in genere fingono di essere ragazze per fare amicizia con ragazzi adolescenti, spesso sui social media e sulle piattaforme di gioco. I ricattatori quindi inducono questi adolescenti a scambiarsi materiale sessualmente esplicito. Una volta che hanno le foto o i video della vittima, chiedono denaro per impedire che il materiale esplicito venga condiviso con la famiglia e gli amici della vittima. Anche quando le vittime obbediscono, i truffatori spesso chiedono più soldi e intensificano le minacce. Dall’ottobre 2021 al marzo 2023, l’FBI e l’Homeland Security Investigations (HSI) del Dipartimento per la sicurezza interna hanno ricevuto oltre 13.000 segnalazioni di sestorsione finanziaria di minori. I crimini hanno coinvolto almeno 12.600 vittime, per lo più ragazzi, e hanno portato ad almeno 14 suicidi durante questo lasso di tempo. Nel frattempo, l’FBI è a conoscenza di oltre 20 morti per suicidio derivanti da sextortion a scopo finanziario.
  •  Proteggere i bambini dalla “estorsione sessuale”

    Riconoscere i segnali

    I genitori e i tutori dei bambini dovrebbero prestare attenzione ai segnali che indicano che il loro bambino potrebbe essere sfruttato tramite i social media.

    Il Centro nazionale per i bambini scomparsi e sfruttati ha osservato come gli adulti dovrebbero cercare questi segni nei loro figli:

    • Ritiro dalla famiglia e dagli amici

    • Calo dei voti o ritiro dalle attività tipiche

    • Comportamenti modificati, come aumento di ansia, paura o rabbia inspiegabile

    • Traumi psicologici, emotivi o fisici

    • Idee o azioni di autolesionismo

    • Inspiegabile senso di urgenza di “fuggire” in un luogo diverso per soddisfare le richieste del’estorsore

    Quali precauzioni dovrebbero prendere i genitori?

    Per le vittime di sextortion e di altri crimini legati ai social media, un’indagine sulla questione può spesso essere un processo lungo ed estenuante.

    “Dopo aver ricevuto una segnalazione, iniziamo a condurre un’indagine sulla base delle prove che possiamo ottenere dal caso”, ha affermato Harvey.

    Queste informazioni spesso includono cose come nome utente, indirizzo email e foto inviate durante la conversazione che potrebbero fornire l’identità del sospettato.

    “Inizieremo quindi a inviare mandati di comparizione e diversi documenti legali a queste società (di social media)”, ha affermato Harvey. “Le informazioni fornite da qualunque piattaforma sia stata utilizzata determinano in definitiva fino a che punto possiamo spingerci con le indagini.”

    Le comuni app di social media come Snapchat spesso non portano a risultati poiché, dopo 24 ore, le immagini vengono generalmente cancellate.

    Per quanto riguarda le società estere, Harvey ha affermato che i risultati positivi sono molto più scarsi.

    “La maggior parte sono fuori dal paese e non abbiamo più alcun modo legalmente valido per indagare sulla questione”, ha detto Harvey.

    Consigli di precauzione e protezione per i genitori del Centro nazionale:

    • Discuti apertamente sui pericoli di Internet e sulla comunicazione con persone che non conosci e con persone che pensi di conoscere.

    • Mettere in guardia contro comportamenti rischiosi; Una volta che un’immagine, un video o un commento sono su Internet, rimangono lì per sempre.

    • Rafforzare regolarmente ai ragazzi che non hanno alcuna colpa; Sono vittime e possono sempre parlare delle loro preoccupazioni o delle interazioni sospette.

    • Incoraggia i tuoi figli a parlare con qualcuno di cui si fidano: genitori, insegnanti, allenatori o consulenti.

    • Informatevi sulle applicazioni Internet, sui siti web e sui forum; In caso di dubbi, è meglio cercarlo per trovare informazioni.


Make a comment

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Image
  • SKU
  • Rating
  • Price
  • Stock
  • Availability
  • Add to cart
  • Description
  • Content
  • Weight
  • Dimensions
  • Additional information
Click outside to hide the comparison bar
Compare